Cambia il mondo

 

Finalmente ci siamo!

Nelle edicole della Sardegna, da oggi e per tutta la stagione estiva, una bella stagione, speriamo!

In abbinamento editoriale con Plico, periodico di Archeologia, Arte e Attualità Culturale, giunto all’undicesimo numero.

Mediando Edizioni, che non ci stancheremo mai di ringraziare, lo ha magnanimamente voluto considerare quale “omaggio alla Storia della musica sarda” – citiamo testualmente.

Probabilmente è troppo, anche se dopo oltre mezzo secolo d’attività musicale e tante generazioni di musicisti alle spalle, può scappare che ci si creda anche noi.

Perdonateci! Tante le persone da ringraziare, non dimentichiamone nemmeno una!

 

Arrangiamenti ed armonizzazioni vocali di Mario Chessa e Marco Piras

Mario Chessa: Voce, Pianoforte, Tastiere

Enzo Paba: Voce, Chitarra

Marco Piras: Chitarre, Pianoforte, Tastiere

Franco Castia: Voce

Giuseppe Gadau: Basso, Voce

Fabrizio Loriga: Batteria, Percussioni

Maria Rosaria Soro: Voce

Enrica Virdis: Voce

Registrato da Marco Piras e Mario Chessa nei Bertas Novantatré Studios, Sassari

Missaggi ed Editing di Alberto Erre, Blu Studio, Sassari

Mastering di Tommaso Bianchi, White Sound Studios, Scandicci, Firenze

Fotografie di Gianmichele Manca

Progetto grafico di Stefano Serio

Prodotto da Bertas / Mediando (2018)

 

Il ringraziamento più sentito lo dobbiamo ad Alberto Erre, per il tè coi biscotti oltre che per la professionalità, la pazienza e l’immancabile e importante contributo.

Un grazie particolare, per l’amichevole e preziosa collaborazione va inoltre a:

Antonio PapaN’To Leardi dei Train To Roots per gli arrangiamenti di Yes Man e L’innocente

Paolo Erre per l’arrangiamento di La serva (quello che sei)

Beppe Dettori – voce solista in Se ti fermassi

Lele Melotti – batteria in A mio padre piaceva Pantani, Parla con me, Paska

Antonello Coradduzza – chitarre in La serva (quello che sei)

Uccio Soro – chitarre in Maria di catrame

Funky Jazz Orchestra di Berchidda ed al M° Antonio Meloni – fiati in Yes Man

Simone Scanu perché è giusto ringraziarlo

 

E grazie infine all’amico Piergiuseppe Madau ed ai suoi magici plettri in legno.

© 2019 - BERTAS Associazione fra Artisti - Tutti i diritti riservati

Legge 124/2017 Privacy Policy